Vivendi raggiunge il 25% di Mediaset: il caso finisce all’AgCom

Vivendi raggiunge il 25% del capitale Mediaset, ma il Biscione presenta un esposto all’AgCom per una scalata considerata fuori dalle regole.

L’AgCom deve bloccare Vivendi perché la sua scalata all’interno di Mediaset rischia di paralizzare l’attività del Biscione. Il consiglio di amministrazione del gruppo in mano alla famiglia Berlusconi ha deliberato la presentazione di un esposto all’Autorità garante in cui segnala come illegittima la condotta portata avanti da Vivendi. “In particolare – spiega una nota di Fininvest – Vivendi non ha rispettato l’articolo 43 comma 11 del Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici”.

La nota arriva al termine di una giornata particolarmente turbolenta. Giornata in cui sono tornati gli acquisti in quel di Piazza Affari, e in cui il titolo di Mediaset è schizzato del 23.3% conquistando un prezzo per azione pari a 4.44 euro. Tuttavia le ottime performance di Borsa non esaltano il Biscione visto che sono la diretta conseguenza di una scalata dei francesi che continua a non piacere.

I francesi di Vivendi hanno comunicato infatti di aver raggiunto una quota in Mediaset pari al 25.75% del capitale, con il 26.77% dei diritti di voto. E le loro intenzioni non si fermano mica qui, visto che lo stesso Bolloré ha definito come obiettivo ultimo il raggiungimento del 30% del capitale sociale Mediaset. Una mossa, questa, che rischierebbe di bloccare le attività del gruppo televisivo italiano (visto che a quel punto Vivendi potrebbe stoppare ogni accordo di Mediaset con un’altra società estera).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code