Roma nel caos: bocciato il bilancio di previsione. Raggi verso dimissioni?

Virginia Raggi si vede bocciare il bilancio di previsione del Comune di Roma, e ora l’ipotesi commissariamento avanza sempre più. Le opposizioni chiedono le dimissioni.

Non fa in tempo a risolvere una crisi che si ritrova già con una nuova patata bollente tra le mani. Già, perché dopo l’arresto del suo braccio destro Raffaele Marra, ora Virginia Raggi si ritrova a dover combattere con la bocciatura del bilancio di previsione 2017-2019 ad opera dell’Organismo di revisione economica e finanziaria del Campidoglio.

Una battuta d’arresto, questa, che rischia di aprire le porte all’esercizio provvisorio. Con l’ombra del commissariamento che incombe, tra l’altro. L’Oref ha bocciato il bilancio di previsione del Comune di Roma per un motivo molto semplice: i conti sono sballati. Sembra infatti che non si sia considerato il piano di rientro e che siano state ignorate spese molto importanti, come quella per la metro C e come gli oneri derivanti dal debito.

Le opposizioni intanto partono all’attacco. “Non era mai accaduto, è una bocciatura clamorosa” ha dichiarato la capogruppo Pd Michela Di Biase. “La cosa peggiore – rincara l’ex candidato per il Pd Roberto Giachetti – è che in sei mesi a Roma si è parlato esclusivamente di nomine e poltrone. Oggi assistiamo ai primi drammatici risultati di questo approccio”.

Stefano Fassina di Sinistra Italiana chiede a Beppe Grillo di valutare se vi siano le condizioni affinché il Movimento 5 Stelle possa continuare ad amministrare la Capitale. Fabrizio Ghera di Fratelli d’Italia chiede invece le dimissioni del sindaco Raggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code