Yahoo sotto investigazione: violati 1.5 miliardi di account

Yahoo finisce sotto investigazione per aver tenuta nascosto lo scandalo degli account violati.

Yahoo finisce nuovamente nella bufera. La ragione, sempre legata alla violazione di 1.5 miliardi di account avvenuta tra il 2013 e  il 2014. Secondo quanto riportano dei media americani, risulta che l’azienda sarebbe stata messa sotto investigazione da parte delle Autorità per aver nascosto per troppo tempo la storia relativa alla violazione dei dati, sia agli occhi degli investitori, sia agli occhi degli utenti.

Yahoo sta collaborando con la US Securities and Exchange Commission e con la Federal Trade Commission, ed ha istituito un comitato interno all’azienda stessa proprio per investigare sull’accaduto. Nonostante le alte sfere della società fossero a conoscenza dei fatti, la violazione di 500 milioni di mail, password e dati sensibili degli utenti sarebbe stata tenuta nascosta per troppo tempo. Almeno fino al settembre 2016, spiegano le stime.

Qualora le indagini in corso dovessero provare delle negligenze da parte di Yahoo, a quel punto verrà intentata una causa contro l’azienda di Marissa Mayer. E tutto ciò, come ovvio, rischia di ripercuotersi pesantemente sull’acquisizione da parte di Verizon: prima di procedere infatti bisogna capire per bene quali potrebbero essere le conseguenze di questo ennesimo colpo di scena sia in termini finanziari sia in termini di immagine.

In ogni caso va precisato che la vendita di Yahoo a Verizon è circoscritta solamente al sito, alle mail e alle attività sui media. La rimanente parte non in vendita verrà riproposta e rilanciata con il nome Altaba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code