Conto corrente: ecco come scegliere quello adatto alle proprie esigenze

Costo delle operazioni “fisiche” e dei movimenti online, carte di credito, trasferimenti di denaro all’esterno, operazioni di prelievo in un bancomat non del proprio istituto bancario: scegliere il conto corrente può essere un’operazione tutt’altro che scontata. O almeno lo è se si vuole optare per una scelta economica e funzionale. Innanzitutto, è ormai quasi scontato dirlo, ma un conto corrente che opera principalmente online riesce, rispetto a un conto tradizionale che impiega prevalente una filiale fisica, a ridurre i costi e quindi ad avere condizioni molto vantaggiose.

In particolare un conto corrente a zero spese è un conto online, quindi gestibile in piena autonomia da internet ma all’occorrenza anche in filiale, privo di costi sia fissi che variabili, questi ultimi almeno legati alle principali operazioni di conto corrente. Utilizzando un simulatore, la redazione economia del Corriere della Sera è riuscita ad individuare alcuni dei conti più vantaggiosi.

Per chi usa molto la banca tradizionale, il più economico a fronte dei servizi offerti è risultato il Banco Popolare con i suoi prodotti Premiaconto Risparmio 1501 (15 euro l’anno nell’esempio, 19,36 l’Isc Bankitalia) e Premiaconto Plus 1501 (49 euro). A seguire  CheBanca! (50 euro), quindi prodotti di Deutsche Bank, Credem, Intesa Sanpaolo.

Per chi fa un uso intenso della banca online, il più vantaggioso è invece conto Youbanking del Banco Popolare che costa zero euro l’anno, CheBanca! Online 24 euro e il Conto Webank 25 euro. Chi invece usa poco la banca può guardare lo Zip Base di Mps a 23 euro e il nuovo My Genius modulare (opzione Silver) di Unicredit a 48.

Chi ha più di 65 anni potrà inoltre risparmiare con il Conto Libretto del Banco Popolare a 15 euro, Saggetà di Deutsche Bank a 39 euro e Bnl Pensione Facile a 44 euro. La speranza di molti è, infine, che la nuova misura abbia sui conti correnti l’effetto di traino alla concorrenza, che la surroga ha avuto sui mutui. Per chi non ha particolari esigenze, la carta di credito è consentita un inutile spreco da quasi tutti.

Massima attenzione invece alla prepagata della quale il cliente medio sembra non poter fare più a meno. Questo perché è uno strumento indispensabile per fare acquisti online, comprare viaggi e biglietti sia aerei che del treno e, utilizzando la carta di credito tradizionale, ci si espone a rischi troppo elevati. Quando state per aprire un conto corrente, sia online che tradizionale, assicuratevi, dunque, che potrete abbinarvi anche una carta prepagata ed informatevi non solo sul costo mensile ma anche sul prezzo di ogni singola operazione o ricarica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code