Snapchat va verso la quotazione in Borsa

Forte dei risultati conseguiti finora, Snapchat tenta la quotazione in Borsa e si prepara a una valutazione record.

Cinque anni dopo il lancio, Snapchat sta lavorando agli ultimi dettagli che le permetteranno di entrare ufficialmente in Borsa. Oggi Snap Inc., l’azienda che sta dietro la celebre applicazione, ha presentato la sua offerta pubblica iniziale (Ipo).

Snapchat insomma vuole misurarsi con qualcosa di ancora più alto per cercare di capire se il successo ottenuto sul mercato possa essere replicato anche in Borsa. Considerando i numeri, la base di partenza è davvero molto buona: ad oggi Snapchat può contare su 158 milioni di utenti attivi giornalieri e su dei ricavi che a fine 2016 segnavano quota 404 milioni di dollari (battendo anche le previsioni degli analisti che avevano ipotizzato ricavi intorno ai 350 milioni di dollari).

La volontà della realtà californiana, quindi, è di provare a raccogliere 3 miliardi di dollari proprio grazie a questo nuovo percorso borsistico. L’Ipo però aumenterà la valutazione aziendale fino a circa 20 miliardi di dollari, e se le cose dovessero effettivamente andare in questo modo ci si ritroverebbe dinanzi a una valutazione record, più alta persino di quella fatta, ad esempio, per Alibaba.

Fondata nel 2011, Snapchat ha registrato una crescita che è otto volte più alta di quella di tutte le altre start up della Silicon Valley, ma non dimentichiamo che l’app si è trovata al centro di non poche critiche, accusata di aver copiato l’impostazione di altre realtà concorrenti come per esempio Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code