Promozione di Salvatore Romeo: Raggi indagata per abuso d’ufficio

Virginia Raggi finisce sotto indagine per la seconda volta, sempre con l’accusa di abuso d’ufficio. Stavolta al centro della questione v’è il caso Salvatore Romeo.

La sindaca Virginia Raggi firmò la delibera che il nove agosto scorso portò alla promozione di Salvatore Romeo a capo della segreteria politica del Campidoglio. E allo stesso Romeo fu letteralmente triplicato lo stipendio.

Per questo motivo sia Romeo che Raggi sono indagati per concorso in abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulle nomine fatte dall’amministrazione capitolina sotto la guida del Movimento 5 Stelle, tanto più che dopo quella nomina è spuntata una polizza vita di 30mila euro aperta da Romeo proprio a favore di colei che gli aveva riconosciuto un importante scatto di carriera.

In questo modo va a crearsi ulteriore aria di tensione di un’amministrazione cittadina che dal momento in cui si è insediata è sempre rimasta ferma al palo a suon di indagini e provvedimenti giudiziari vari.

Nell’arco di pochi giorni sono ormai due le indagini piovute a carico di Virginia Raggi, ma nonostante questo il Movimento fa quadrato attorno a lei. Ai tanti supporters pentastellati, Luigi Di Maio ha lanciato un invito accorato: “Non credete ai media, noi rimaniamo gli unici che possono ambire seriamente a raggiungere il 40% dei consensi”.

Ma c’è di più, perché Di Maio ha anche annunciato di aver consegnato all’Ordine dei giornalisti una lettera attraverso la quale vengono segnalati all’albo i nomi dei giornalisti che i 5 Stelle ritengono aver condotto una campagna diffamatoria nei confronti del Movimento e di Virginia Raggi. Ma le opposizioni attaccano questa ennesima mossa “discutibile”, ritenendo la lettera di Di Maio una sorta di lista di proscrizione indegna di un paese democratico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code