Vittorio Sgarbi contro il M5S e sul suo vitalizio da 9mila euro: “Me lo merito”

Vittorio Sgarbi si scaglia contro il Movimento 5 Stelle e difende i suoi 9mila euro di vitalizio: “Me li merito tutti”.

L’hanno fatto arrabbiare di nuovo. Il critico d’arte Vittorio Sgarbi, intervistato ai microfoni de La Zanzara, programma radiofonico in onda su Radio 24, ha difeso a spada tratta il vitalizio che riceve da molti anni a questa parte. In quanto ex parlamentare, infatti, Sgarbi fa parte di quell’elenco di privilegiati che percepisce un signor vitalizio.

A La Zanzara, il critico e opinionista televisivo ha spiegato che i soldi che gli arrivano dal vitalizio li utilizza per i suoi figli. E in riferimento a ciò, non si è fatto mancare l’occasione di attaccare nel merito della questione il Movimento 5 Stelle: “Il M5S non dovrebbe rompere i cogl….”, ha chiosato Sgarbi, asserendo che anche i suoi parlamentari di punta sono passati “da reddito zero a un super guadagno”. Se fossero coerenti, “dovrebbero fare i parlamentari a gratis”.

“I grillini – ha rincarato Vittorio Sgarbi – non valgono niente. Meglio il vitalizio a uno come me, meglio il vitalizio a uno che ha un minimo di capacità. Molti grillini prima di entrare in parlamento non avevano un lavoro e ora hanno avuto il culo di avere il lavoro grazie ai voti presi da Grillo. Non rompano i maroni con questa storia del vitalizio”.

Sui suoi 9mila euro di vitalizio, Sgarbi ha detto: “I miei 9mila euro? Me li merito tutti. Io ho fatto molto più di loro. Il vitalizio va ai miei figli e ne sono felice, ma non è che me lo sono dato da solo: le norme hanno stabilito che c’era e ho fatto 25 anni di Parlamento, quindi…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code