Rottamazione cartelle, il Cdm vara la proroga: c’è tempo fino al 21 aprile

Il governo proroga al 21 aprile la data per presentare la domanda di rottamazione delle cartelle esattoriali.

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto che proroga dal 31 marzo al 21 aprile i termini per presentare la domanda di rottamazione delle cartelle esattoriali. In questo modo i contribuenti, Equitalia e gli altri enti deputati alla riscossione avranno più tempo per finire il disbrigo delle pratiche.

Dal momento in cui la data ultima per fare domanda di rottamazione delle cartelle esattoriali è stata spostata al 21 aprile, gli enti di riscossione potranno fornire le rispettive risposte non più entro il 31 maggio ma entro e non oltre il 15 giugno prossimo.

Nel frattempo continua la corsa da parte degli italiani verso il tentativo di chiudere i conti rimasti in sospeso col fisco: sono già 600mila le istanze presentate alla sola Equitalia, di cui circa la metà arrivate per via telematica. A quasi 5 mesi dall’avvio della definizione agevolata, quindi, lo strumento messo in campo dal governo per agevolare la riconciliazione tra contribuenti e fisco ha avuto uno straordinario successo.

E il trend continua a viaggiare su cifre importanti, tanto è vero che nell’ultima settimana il solo numero dei contribuenti che si sono serviti allo sportello è cresciuto del 28% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I numeri definitivi del fenomeno nel suo complesso, ad ogni modo, saranno rilasciati solo dopo la chiusura dei tempi di presentazione delle istanze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code