Virginia Raggi, irregolarità sulle firme: scoppia un nuovo caso

Virginia Raggi ancora al centro delle polemiche. Stavolta, al centro del mirino le (presunte) irregolarità nella raccolta firme per la sua candidatura.

Nuova polemica per Virginia Raggi. Nei giorni scorsi Le Iene, nota trasmissione di Italia 1, hanno denunciato in un servizio delle presunte irregolarità nella raccolta firme per la candidatura di Raggi al Campidoglio.

“Se ho letto della presunta irregolarità delle firme per la mia candidatura? Sì, lo abbiamo letto, sono anche venuti in montagna a cercarmi – ha detto la sindaca a chi le ha chiesto conto di questa storia -. Ma ciò che posso dire è che abbiamo sempre risposto tramite i delegati di lista, che sono peraltro degli avvocati. Comunque effettueremo ulteriori accertamenti, ma da ciò che viene rappresentato dai miei stessi delegati non c’è alcuna irregolarità”.

Intanto però il Partito Democratico ne approfitta per partire all’attacco. Stefano Esposito, senatore in quota Pd, chiede via Twitter che l’amministrazione capitolina risponda alle accuse e che faccia trasparenza in merito alle firme raccolte.

“Servono – rincara il deputato Pd Andrea Romano – risposte chiare e non balbettii come quello fornito dalla sindaca che mancava poco dicesse all’inviato de Le Iene che era candidata a sua insaputa”. “Dopo Palermo e Bologna, firmopoli a 5 Stelle anche a Roma?”, si chiede l’esponente Pd. E così l’amministrazione pentastellata sprofonda nuovamente del caos, finendo al centro dell’ennesimo scandalo politico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code