Colombia nel caos: oltre 127 morti e 400 feriti per il maltempo

In Colombia, una violenta ondata di maltempo ha causato più di 127 morti e oltre 400 feriti.

colombia

Sono almeno 127 i morti e oltre 400 i feriti. Questo il bilancio lasciato dall’ondata di maltempo che ha colpito il sudovest della Colombia. I dati sono stati riportati dalla Croce Rossa, che si è a sua volta servita dei rumor riportati dalla Bbc, aggiungendo che al momento non si ha ancora una stima precisa dei dispersi e che quindi tanto il numero dei morti quanto quello dei feriti potrebbe aumentare ulteriormente.

Le intense piogge che nelle scorse ore si sono abbattute sull’area hanno causato lo straripamento dei fiumi che hanno preso d’assalto le abitazioni a suon di acqua, fango e detriti. La provincia di Putumayo è al collasso, dilaniata dalle vittime, dalla paura per i dispersi e dall’enorme danno economico causato alle famiglie e alle attività.

Il presidente Juan Manuel Santos ha dispiegato le forze armate che lavoreranno a ritmo serrato per provare a far rientrare l’emergenza. Il governatore della regione colpita dall’ondata di maltempo, Sorrel Aroca, ha riferito che interi quartieri sono sepolti dal fango. Il sindaco di Mocoa, città capoluogo del dipartimento di Putumayo, ha poi aggiunto che la città si trova in uno stato di totale isolamento, priva di elettricità e acqua.

Questo è stato il mese più piovoso dal 2011, così come ha confermato la stessa agenzia meteorologica locale. A riprova di ciò interviene il caso del Perù, Paese confinante, che dall’inizio dell’anno ha visto morire almeno 90 persone proprio per via delle forti piogge che hanno causato, tra le altre cose, valanghe e inondazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code