Cavi ethernet: guida all’uso

La trasmissione di dati

Il cavo di rete, altrimenti noto come cavo Ethernet, è indispensabile per assicurare una trasmissione di dati stabile e veloce tra due o più dispositivi multimediali, solitamente un dispositivo di rete, come una stampante, un NAS o uno scanner, e un pc, un router o uno switch.

Lo si può utilizzare in qualsiasi condizione, ma la sua utilità si rivela in particolare nei casi in cui la rete wi-fi sia difficoltosa o altalenante.

Si declina in diverse lunghezze in funzione delle diverse necessità e in diversi colori per organizzare meglio un progetto informatico.

Si presenta all’apparenza come un semplice cavo, di lunghezza variabile, protetto esteriormente da una guaina colorata.

Al suo interno corrono quattro coppie (“doppini”, in gergo) di conduttori incrociati (twisted pair): ogni coppia è costituita da due cavi di rame incrociati e permette la trasmissione dei dati. Per semplificare il lavoro degli installatori, ogni doppino ha un colore specifico: blu, arancione, verde, ocra. L’aggrovigliamento delle coppie è funzionale ad assicurare una buona connettività e a ridurre al minimo le interferenze.

Alle due estremità del cavo di rete si trovano i connettori RJ45 tramite cui le coppie di conduttori incrociati sono collegati ai singoli dispositivi.

Quali utilizzi per il cavo di rete?

Nel caso di una rete casalinga, solitamente il cavo collega uno o più pc alla rete internet per il tramite di un router. Ma il cavo potrebbe anche passare attraverso un hub, o attraverso uno switch. In questo caso, si parla di cavo di rete dritto (o patch) e la disposizione dei doppini ai due capi del cavo è la stessa.

Gli installatori di reti cablate utilizzano nel loro lavoro il cablaggio crossover o “a cavo incrociato”. In questo tipo di cavi le coppie di fili sono invertite, ovvero i cavi dei 4 doppini incrociano le loro posizioni alle due estremità. Consentono quindi di espandere una rete collegando a cascata più switch e router o, ancora, di creare delle mini reti “casalinghe”: senza l’utilizzo di un hub, si collegano fra loro due pc.

La protezione dei cavi

Sotto la guaina esterna del cavo, può nascondersi un ulteriore protezione a difendere i singoli doppini dalle interferenze. A seconda del tipo di schermatura di cui godono i cavi, si parla di tipi differenti di cavi di rete.

Nell’UTP (Unshielded Twisted Pair) i doppini non sono schermati dalle interferenze elettromagnetiche. Il cavo può raggiungere una lunghezza massima di 100 metri.

Stessa lunghezza massima per il FTP (Foiled Twisted Pair), che però rispetto al precedente è dotato di una schermatura, anche se parziale, da interferenze elettromagnetiche.

Infine, il più protetto dei cavi, l’STP (Shilded Twisted Pair), caratterizzato da una schermatura in ogni singola coppia di fili, più una generale per tutto il cavo. Lo svantaggio in questo caso è la perdita di flessibilità, che invece è massima nel UTP.

La velocità di trasmissione dei dati

Nel corso degli anni il cavo di rete ha conosciuto diverse evoluzioni. Alcune delle versioni oggi non sono più commercializzate, in quanto non rispettano gli standard minimi di qualità e sicurezza, che nel frattempo si sono evoluti.

Il cavo più “semplice” rientra nella categoria 5E: lavora con frequenze di trasmissione di dati fino a 350 mHz ed invia dati fino ad 1 gigabit al secondo (standard 1000BaseT). Esiste anche in una versione con cavi in lega alluminio e rame dove i dati sono trasmessi a 2,5 gigabit al secondo (categoria 5E CCA).

La categoria 6 del cavo rete è dotata di un miglior rapporto segnale / rumore e da zero errori di connessione. Questa categoria è stata migliorata dalla versione successiva, la Categoria 6A: invia dati ad una velocità costante di 5 gigabit al secondo fino a 100 metri di distanza e sino a 500 mHz.

Il top in commercio, attualmente, è la Categoria 7: lavora con frequenze fino a 600 mHz, ed è caratterizzata da una doppia schermatura. Solitamente è consigliata per le connessioni aziendali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code