Ilva, c’è un’offerta di acquisto: AcciaItalia presenta il suo piano

AcciaItalia presenta una proposta di acquisto dell’Ilva: 3.1 miliardi di investimenti sul tavolo.

Nuova offerta per l’Ilva da parte di AcciaItalia. Poche ore fa la società ha inviato al ministro Carlo Calenda e ai commissari Piero Gnudi, Enrico Laghi e Corrado Carrubba, un’offerta di aumento del prezzo di acquisto a 1.850 milioni, nonché l’impegno ad assumere sin da subito i 9.800 dipendenti dello stabilimento siderurgico (2.000 dei quali impegnati nella realizzazione degli investimenti ambientali e industriali).

Si tratta di un’offerta molto corpulenta che l’azienda ha peraltro esteso al 30 settembre 2017. AcciaItalia rappresenta “la vision di due imprenditori che nella loro attività di business non hanno mai ridotto le attività, non hanno mai dichiarato esuberi ed hanno continuato ad investire sul benessere e sulla crescita dei propri dipendenti e delle comunità locali”.

Il piano industriale avanzato da AcciaItalia, pertanto, rappresenta un piano di sviluppo che potrebbe davvero risollevare le sorti dell’Ilva e soprattutto adempiere all’obiettivo di farla tornare operativa prestando un occhio di riguardo al fattore ambientale.

AcciaItalia si impegna infatti a “riavviare al più presto la produzione” e ad impiegare “tecnologie innovative volte a determinare una forte riduzione degli impatti ambientali”. Un piano, questo, per il quale sono già stati preventivati 3.1 miliardi di euro di investimenti (1 miliardo servirà per attuare misure pro-ambiente, 1.1 miliardi per il rifacimento degli impianti, e il restante miliardo per la realizzazione di impianti di de-carbonizzazione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code