Amazon brevetta etichetta di spedizione per i droni

Amazon punta alla consegna delle merci mediante l’uso dei droni: arriva “Prime Air”.

Amazon ha deciso di puntare il tutto e per tutto sulla consegna delle proprie merci attraverso l’uso dei droni. A prova di ciò, qualche giorno fa, è stato registrato un brevetto per un’etichetta di spedizione con incorporato un paracadute da utilizzare proprio con i droni. Il brevetto che era stato depositato già nel 2015, è stato registrato a fine Maggio dall’ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti.

La novità sta nella formula secondo la quale si andrebbe ad utilizzare un sistema con paracadute in grado di consentire al drone di sganciare automaticamente il pacco contenente la merce. Al momento si pensa che il tutto potrebbe avvenire attraverso un’etichetta autoadesiva da agganciare alle corde del paracadute.

Al tutto sarebbero poi collegati dei sensori in grado di evitare urti alla merce ed un ammortizzatore in grado di limitare al massimo l’impatto della stessa con il terreno. Una soluzione che andrebbe a mutare ancora una volta il panorama delle consegne con i droni, prendendo il nome di “Prime Air”.

Ovviamente, si tratta solo di un brevetto e non è detto che diventi realtà e questo nonostante Amazon stia portando avanti le cose in modo che ciò avvenga. Il sistema di consegne tramite droni è infatti sotto fase di test sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito. In entrambi i casi, i risultati sono promettenti e, per il momento, sembra che il punto sul quale si sta lavorando maggiormente sia proprio quello volto a proteggere la merce da qualsiasi danno collaterale.

Perché tutto ciò avvenga, però, è altresì necessario che le attuali regole sull’uso dei droni siano modificate visto che al momento limiterebbero di molto le possibilità di azione da parte del colosso americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code