No Vax, il popolo anti vaccini scende in piazza a Roma

Il popolo No Vax alza la voce e scende in piazza: “No ai vaccini obbligatori”.

Hanno portato in piazza magliette bianche e un coro che è stato ripetuto più e più volte: “Libertà!”. Lo slogan del resto è stato iconico: “Libertà di scelta e sicurezza”. Queste le fondamenta su cui è stata costruita la manifestazione romana del popolo ‘no vax’, cioè dei contrari al decreto Lorenzin che ha introdotto l’obbligo di 12 vaccinazioni per l’iscrizione a scuola dei bambini.

La manifestazione è stata indetta dal Coordinamento nazionale per la libertà di scelta, e a parteciparvi c’è stata una folla di persone tra cui associazioni, medici, avvocati, genitori, ragazzi e bambini in tenera età.

I manifestanti, partiti da Bocca della Verità, sono giunti a Roma da tutta Italia. Un po’ come ha fatto Lorenzo, un padre di famiglia partito da Rimini con tanto di moglie e figli al seguito. “Ho scelto di essere qui per testimoniare che c’è un’ampia parte di popolazione che non è affatto d’accordo con il decreto – ha spiegato Lorenzo alla stampa -. Ci hanno imposto di scegliere tra salute e istruzione, minacciandoci con multe salate se non dovessimo vaccinare i nostri figli. Questo decreto è palesemente incostituzionale e nasce tra l’altro in assenza di un’emergenza epidemiologica”.

Lorenzo, che è uno dei volti di punta del Coordinamento del movimento italiano per la libertà delle vaccinazioni, ha definito la decisione del governo semplicemente “inaccettabile”. Presenti anche persone dal Veneto e dalla Calabria, molte delle quali convinte della teoria secondo cui i vaccini sarebbero pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code