Pd, Renzi al contrattacco: “Non mi fermo davanti a nessuno”

Matteo Renzi sferra un attacco alla sinistra di Pisapia e Bersani: “Costruire il centrosinistra senza il Pd è pura fantasia”.

Nella seconda giornata dell’assemblea nazionale dei circoli Pd è intervenuto il segretario del partito, Matteo Renzi, che come era nelle previsioni ha lanciato una stoccata nei confronti della sinistra di Pisapia e Bersani: “C’è chi prova a riscrivere il passato – ha detto Renzi – ma noi ci curiamo di riscrivere il futuro”.

“Cosa dico a Pisapia, Bersani? Niente! Sono pronto a ragionare con tutti – ha aggiunto – ma sui temi del futuro dell’Italia non ci fermiamo davanti a nessuno. Ci devono dire sul merito delle questioni se è giusto un euro in cultura e uno in sicurezza, cosa pensano del bonus cultura… Il Pd vuol parlare di questo, solo di questo”.

Matteo Renzi ha poi puntualizzato una cosa che sta molto a cuore ai vertici del partito: il fatto che il Pd, ad oggi, sia l’unica vera alternativa ai populismi che dilagano in Italia. “Fuori dal Pd – ha detto l’ex premier – non c’è la rivoluzione socialista, marxista, leninista, ma Movimento 5 Stelle e Lega. Fuori non c’è la sinistra di lotta e di governo ma la sconfitta della sinistra. E chi immagina il centrosinistra senza il Pd vince il premio nobel della fantasia, ma non raggiunge risultati concreti”.

Il Pd a guida Renzi, quindi, non è un partito che guarda al passato con nostalgia, che guarda a un passato “mai esistito”: “Quello che vi propongo – ha detto il segretario – è un percorso che superi la nostalgia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code