World Pride di Madrid: in 2 milioni per la marcia dei diritti gay

La World Pride di Madrid, manifestazione dell’orgoglio lgbtq, ha ottenuto un successo straordinario: 2 milioni i manifestanti.

Una marea umana si è riversata sulle strade di Madrid in occasione della Marcia Mondiale dell’Orgoglio gay, radunatasi per rivendicare pari diritti alle persone gay, lesbiche, transessuali e queer. La marcia si è tenuta sabato 1 luglio e ha radunato la bellezza di 2 milioni di milioni di persone, 52 carri allegorici e più di 3500 agenti.

Numeri da fare impressione, che si sono tradotti in una grande ed entusiasmante festa: tra concerti, spettacoli e dibattiti, la World Pride di Madrid è stato un evento memorabile per la comunità di Lgbtq. Un evento che tra l’altro ha ottenuto il pieno appoggio da parte di tutti i partiti politici spagnoli compreso il Partito Popular di Mariano Rajoy (lo stesso che nel 2005 si oppose alla legge, voluta da Zapatero, che legalizzava i matrimoni e le adozioni gay).

Molti i leader scesi in piazza al fianco dei manifestanti: a sfilare con bandiere arcobaleno al seguito c’erano i segretari di Podemos, Psoe e Ciudadanos.

La Spagna è sempre stata tra i paesi simbolo dei diritti civili e dell’orgoglio lgbtq, tanto è vero che è stata il quarto paese al mondo a legalizzare le unioni gay, nonché uno dei primissimi a farlo in Europa. Ora invece le nazioni che si sono aperte ai matrimoni gay sono molte di più, ultima delle quali la Germania, che ha dato il via libera alla legge proprio pochi giorni fa (anche) grazie all’apertura mostrata da Angela Merkel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code