Femminicidio, in sole 24 ore ben quattro donne uccise

Il femminicidio piega ancora l’Italia: nelle ultime 24 ore sono state ammazzate ben quattro donne.

Nell’arco di 24 ore sono state ben quattro le donne uccise per mano di ex mariti o fidanzati, mentre una lotta ancora tra la vita e la morte e spera di non essere la quinta della lista. Una scia di sangue, insomma, scorre lungo tutta la Penisola e coinvolge ancora una volta loro: le donne.

A Montepulciano, in provincia di Siena, un operaio di 56 anni ha ucciso l’ex moglie di 42 anni a suon di coltellate, e lo ha fatto alla vigilia dell’udienza per la separazione. A Roma, invece, un 79enne si è suicidato lanciandosi dal quinto piano del palazzo in cui viveva, ma lo ha fatto solo dopo aver ucciso la moglie di 81 anni soffocandola con una busta di plastica.

A Bari a rimetterci la vita è stata Donata De Bello, 48 anni, uccisa a coltellate dal compagno Marco Basile sedici anni più giovane di lei. A Cagliari un ragazzo di 25 anni ha picchiato la fidanzata dopo una lite e, credendola morta, si è lanciato dal cavalcavia. La ragazza però non è affatto morta, ma lotta ancora ora in ospedale, dove è in coma farmacologico.

Infine, l’ultimo femminicidio si è registrato in provincia di Caserta, dove Maria Tino, 49 anni, è stata uccisa da tre colpi di pistola per mano del compagno che non accettava l’idea di doversi separare da lei. La donna è stata inseguita e uccisa per strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code