Caldo record, ambiente ed economia italiana sotto minaccia

Il caldo torrido di questi giorni sta generando danni incalcolabili all’ambiente e all’economia italiana.

Le temperature torride di questi giorni stanno acuendo tutti quei problemi ambientali di cui l’Italia era già finita vittima, tra cui gli incendi. Sono temperature davvero folli quelle che stanno prendendo in ostaggio il Paese, tanto è vero che in Lombardia, così come nelle Marche, si registrano livelli record nella concentrazione di ozono.

Sale così il rischio di ulteriori incendi, mentre i danni al settore agricolo si stanno già facendo vedere: il caldo sta aumentando lo stress per gli animali e riducendo, come di conseguenza, la produzione di latte e formaggi. Inoltre le temperature folli di questi giorni stanno compromettendo anche la produzione di formaggio pecorino e di miele, e nelle Marche gli allevatori non sono neanche più in grado di garantire l’acqua ai loro animali: il terremoto ha infatti spostato le falde idriche, lasciando a secco molte aziende locali.

I consumi di elettricità nel frattempo sono saliti alle stelle superando i 55.000 Mw ora, un livello ben al di sopra delle previsioni anche se lontano rispetto al picco di 60.500 Megawatt toccato a luglio 2015. L’incredibile ondata di caldo che sta attanagliando l’Italia vede temperature assurde, con 26 città italiane classificate come bollino rosso e un’area, quella del casertano, nella quale la temperatura percepita è arrivata a toccare i 53 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code