Venezuela, gruppo di militari tenta la rivolta contro Maduro

In Venezuela un gruppo di militari tenta la rivolta contro il governo di Nicolas Maduro: nulla di fatto.

Un funzionario del governo venezuelano ha fatto sapere che le istituzioni del Paese potrebbero essere a rischio. Un gruppo di militari si è infatti schierato contro Maduro e ha provato a guidare una rivolta in funzione anti-governativa.

“All’alba – ha detto Diosdado Cabello, esponente di spicco del chavismo – dei terroristi sono entrati nel Forte Paramacay, a Valencia. Diversi sono stati arrestati. L’attacco era diretto contro le forze armate bolivariane”. Ma i militari si difendono: il gruppo guidato dal capitano Juan Caguaripano ha chiarito che di terrorismo, nella sua azione, non c’era nulla. La volontà dei militari infatti non è mai stata quella di intentare un colpo di Stato, quanto di ristabilire, molto semplicemente, l’ordine costituzionale.

In ogni caso l’azione anti-governativa è fallita. Le autorità venezuelane sono riuscite a reprimere la protesta, arrestando sette militari (che il governo si ostina a chiamare “terroristi”). Nel frattempo il leader dell’opposizione, Leopoldo Lopez, è tornato agli arresti domiciliari dopo che la notte scorsa era stato prelevato di forza da casa sua e riportato in prigione. Ma ciò che ha provocato parecchio rumore è anche la destituzione di Luisa Ortega Diaz dal ruolo di procuratrice generale. Il Venezuela, insomma, continua a navigare nel caos più totale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code