Anas e Rfi firmano i contratti di programma per oltre 40 miliardi

Anas e Rfi ottengono l’ok ai loro contratti di programma: investimenti per oltre 40 miliardi di euro.

Più di 40 miliardi di euro destinati a progetti stradali e ferroviari. Ammonta a tanto l’investimento complessivo previsto dai contratti di programma di Anas e Rfi approvati quest’oggi dal Cipe.

In particolare, il piano di Anas prevede la bellezza di 29.5 miliardi di interventi, compresi i 6 già attivati, e mette in campo il nuovo meccanismo del corrispettivo: in pratica, il contratto di Anas getta le basi sì per un grosso investimento, ma anche per una futura fusione con Ferrovie dello Stato. Il Gruppo ferroviario invece ottiene il via libera al programma di Rfi, per la rimanente parte, vale a dire per 13.2 miliardi di euro.

Il contratto di programma Anas che ha ottenuto dal Cipe “è un grande risultato” perché finalmente “ci sono le risorse, c’è un parco progetti rilevante e poi dal 2019 c’è il corrispettivo, cioè un meccanismo grazie al quale non ci saranno più i trasferimenti in conto capitale ma i corrispettivi a seconda dei servizi forniti”.

Per il ministro dei Trasporti Graziano Delrio, quella compiuta oggi è quindi una “rivoluzione culturale” e una “buona notizia per gli investimenti”. Relativamente al contratto di Rfi per 13.2 miliardi, Delrio ha detto: “Ora progetti come l’alta velocità siciliana e i corridoi europei saranno più sicuri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code