Luigi Di Maio sui fatti di Roma: “Sto con la polizia”

Luigi Di Maio difende la polizia sui fatti di Roma. E sulla Raggi: “Pensi ai romani, e non ai migranti”.

“Non possiamo usare ancora una volta questa storia contro la Raggi, perché la Raggi si deve occupare della questione migranti ma prima di tutto deve occuparsi dei romani”. Questa la dichiarazione rilasciata da Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera ed esponente di spicco del Movimento 5 Stelle, sui fatti accaduti poche ore fa a Roma.

“Io – ha aggiunto Di Maio, intervistato a Omnibus – ritengo che lo Stato si debba far rispettare e che la polizia ha fatto quanto poteva pur di evitare il peggio”.

Di Maio ha poi fatto notare che ai migranti sgomberati con la forza a Roma erano state proposte delle soluzioni alternative, solo più distanti dalla Capitale. “Se c’è un immobile occupato abusivamente da migranti rifugiati in Italia – ha quindi spiegato – ritengo sia giusto che vada liberato. Avevamo offerto proposte alternative e sembra che a loro non vada bene e vogliano restare per forza lì”.

Per quanto riguarda l’agente di polizia che ha usato parole molto forti con i suoi colleghi, incitandoli a “spezzare le braccia” ai migranti rivoltosi, Di Maio sminuisce: “E’ allucinante che faccia più notizia una frase infelice di un agente che credo abbia fatto solo per la tensione del momento, che non i migranti che hanno riversato sulla polizia ogni tipo di oggetti. Fa più notizia questo che loro che lanciano di tutto contro la polizia”.

foto: Blogsicilia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code