Rinnovabili, entro il 2050 si potrebbero abolire (del tutto) le energie fossili

Da qui al 2050, il mondo potrebbe andare avanti con le sole energie rinnovabili.

Ne è convinto un team di ricerca capitanato dall’Università di Stanford, secondo cui la scomparsa dei combustibili fossili potrebbe verificarsi qualora i governi decideranno di investire su una serie di cambiamenti infrastrutturali.

I ricercatori hanno quindi delineato alcuni degli interventi che andrebbero fatti per andare incontro a un mondo basato su queste nuove fonti di energia alternativa. Tra l’altro si stima che la realizzazione dei suddetti interventi non solo permetterà di dire addio a petrolio e carbone, ma porterà nel mondo anche innumerevoli benefici per quel che riguarda il lavoro: i cambiamenti infrastrutturali in direzione pro energie rinnovabili, infatti, potrebbero tradursi in 24 milioni di posti di lavoro in più.

Inoltre imboccare la strada verde consentirebbe di scongiurare tra i 4 e i 7 milioni di morti che ogni anno perdono appunto la vita per via dell’inquinamento dell’aria. E di tutto ciò ne beneficerebbero anche costi climatici e sanitari, con risparmi attesi in 20mila miliardi di dollari.

I vantaggi di un’economia verde sarebbero tali anche per l’Italia. Considerando i posti di lavoro persi nelle energie tradizionali e quelli creati nelle energie pulite, infatti, il Belpaese guadagnerebbe 485mila nuovi posti di lavoro e le morti scenderebbero tra le 5 e le 45mila unità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code