Senato, salta l’approvazione dello Ius Soli: mancano i voti

Lo Ius Soli si ferma: al Senato mancano i voti per l’approvazione definitiva.

Se ne è parlato praticamente per tutta l’estate e prima della pausa estiva ci si era lasciati con la promessa che la legge sullo Ius Soli sarebbe stata votata nel mese di settembre. E invece nulla di fatto. Già, perché il ddl sullo Ius Soli non compare nel calendario dei lavori dell’Aula del Senato per tutto il mese di settembre.

Questo quanto si apprende dalla conferenza dei Capigruppo di Palazzo Madama, convocata in queste ore proprio per definire il calendario dei lavori che segnerà la tabella di marcia del Senato.

A spiegare come stanno le cose è il capogruppo dei senatori Pd Luigi Zanda, che al termine della conferenza dei Capigruppo ha detto: “L’approvazione del ddl rimane obiettivo prioritario ed essenziale del Pd. Le leggi hanno bisogno di una maggioranza che in questo momento non c’è. I gruppi che hanno votato il provvedimento alla Camera – ha aggiunto Zanda – mostrano di non volerlo votare in Senato”.

Il testo quindi non è stato portato al Senato perché “non va bene portarlo in Aula e poi non avere la certezza di farlo approvare”, per cui ora si lavora a una sorta di opera di convincimento per far sì che i gruppi che hanno dato l’ok alla Camera prendano l’impegno di comportarsi allo stesso modo anche in Senato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code