Terremoto, Parlamento Ue sblocca 1.2 miliardi

Il Parlamento Ue sblocca 1.2 miliardi di euro per i Comuni terremotati. Intanto il sindaco di Amatrice incontra Angela Merkel.

Il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva lo stanziamento di 1.2 miliardi di euro per i 140 comuni di Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo che tra l’agosto 2016 e il gennaio 2017 sono stati colpiti dal terremoto. Comuni che ancora oggi, a distanza di parecchi mesi dagli eventi sismici, si ritrovano a dover affrontare una ricostruzione tutta in salita.

Nel frattempo il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ha incontrato la cancelliera tedesca Angela Merkel. “Deve trattarsi di un dolore immane perdere la propria casa”, ha detto la Merkel in un colloquio avuto con Pirozzi in Cancelleria a Berlino. Con una delegazione italiana al seguito, il primo cittadino di Amatrice è giunto a Berlino per ringraziare di persona il governo tedesco che ha stanziato un’importante donazione a favore dei terremotati. “Si – ha quindi risposto Pirozzi – perdere la propria casa per un terremoto è paragonabile al ritrovarsi in una situazione di guerra”.

“La Germania – ha detto il sindaco – è stato l’unico Paese europeo ad aver aiutato Amatrice”. Berlino infatti ha stanziato 6 milioni di euro a favore della cittadina laziale duramente colpita dal terremoto di un anno fa.

La cancelliera, dal canto suo, ha gradito gli omaggi ricevuti dal sindaco: una felpa “che potrà usare per le sue passeggiate in montagna”, e una medaglia di ringraziamento per la donazione tedesca arrivata alla comunità di Amatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code