G7, cortei e scontri a Torino: “Noi giganti, voi sette nani”

Scontri e cariche a Torino, dove nutrite schiere di manifestanti si sono radunate in funzione anti-G7.

Torino torna ad essere devastata dagli scontri. Il G7 in corso alla Reggia di Venaria ha scatenato manifestazioni e sit-in tra antagonisti, centri sociali e forze popolari varie, tutti rigorosamente schierati contro la reunion dei “grandi della Terra”.

Molti gli slogan lanciati, tra cui “Noi giganti voi sette nani”, “La generazione sfruttata non starà a guardare”, “Alternanza scuola-lavoro = sfruttamento gratuito”, “Voi nelle regge, noi nelle piazze”. Nel mirino, in particolare, ci è finito il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, accusato di aver dato il benestare a delle politiche sul lavoro che sfrutterebbero i più giovani e mortificherebbero la loro dignità.

Momenti di tensione ci sono stati quando i manifestanti hanno provato a fare irruzione in via Carlo Alberto, una delle vie centrali della città che porta verso piazza Carlina, dove si trova l’hotel in cui soggiornano ministri e delegazioni partecipanti al G7. Il tentativo dei manifestanti di entrare nell’area ha quindi scatenato la risposta da parte delle forze dell’ordine, che per allontanare la folla sono ricorse all’uso dei manganelli.

“Oggi è stata una giornata grandiosa, abbiamo fatto sentire la nostra voce e dimostrato che la città è nostra. Abbiamo vinto”. Queste le parole che si sono sentite pronunciare tra gli studenti che hanno preso parte al corteo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code