Mario Draghi sprona l’Ue: “Bisogna fare una scelta netta”

L’Europa deve fare una scelta netta, “o lasciare le cose come stanno oppure provare ad andare avanti”. Hanno il sapore di un ultimatum le parole pronunciate dal presidente della Bce Mario Draghi nel corso di una cerimonia dedicata allo statista tedesco Theo Waigel. Secondo Draghi, l’Europa deve scegliere cosa fare, perchè al momento c’è troppa inazione, c’è un sentimento generalizzato che sta facendo sì che l’economia sia sempre più vulnerabile alle instabilità.

“Abbiamo visto – ha detto il presidente della Bce probabilmente riferendosi al caso Brexit – come il sistema così come improntato rischi di minare la fiducia e il sostegno nelle nostre istituzioni, perfino nella stessa Unione Europea”. “Quindi per me – ha aggiunto – c’è solo una strada possibile. Ed è quella di completare la strada che Waigel aveva avviato”.

Quale? L’unione tra culture e storie differenti, guidate dalla necessità di intervenire all’unanimità verso interessi comuni. L’obiettivo di Draghi, in sostanza, è quello di spronare i leader europei a costruire un’Unione che sia realmente tale e che possa infondere fiducia nella gente.

“I bisogni che condividiamo e che congiuntamente possono essere soddisfatti meglio, vanno spiegati più chiaramente. Ci serviranno le qualità che Waigel aveva messo in campo: la sua visione sul lungo termine, piuttosto che sulle richieste immediate. Il coraggio delle idee di Waigel – ha concluso Draghi – deve ispirarci, e deve soprattutto farlo la sua capacità a convincere e a creare consenso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code