Ballottaggi, trionfano i 5 Stelle a Roma e Torino. Il Pd tiene Milano

Le elezioni amministrative 2016 si sono definitivamente concluse e il risultato, a ballottaggi avvenuti, è alquanto chiaro: il Movimento 5 Stelle fa il fuori tutto. Virginia Raggi porta a casa Roma con percentuali bulgare (più del 60% sul rivale Roberto Giachetti), mentre a Torino a vincere al di là di ogni aspettativa è Chiara Appendino che stacca di oltre dieci punti percentuali il sindaco uscente Piero Fassino.

Il Movimento fondato da Beppe Grillo conquista quindi due grandi città italiane, anche se in realtà l’espansione nei governi locali è ben più ampia se si considerano i comuni “minori”: da Cattolica a Chioggia, da Vimercate a Castelfidardo, sono un’altra ventina le località che il ballottaggio ha portato dritte dritte nelle mani dei pentastellati.

Il Partito Democratico riesce a tenere testa a Milano con il candidato Beppe Sala, e a Bologna, laddove viene confermato il sindaco uscente Virginio Merola. A Napoli è De Magistris, indipendente di sinistra, a stravincere sui partiti locali (da destra a sinistra passando per i 5 stelle). Inatteso l’exploit del centrosinistra a Varese, mentre la destra – che nel complesso esce quasi peggio del Pd – riesce a portarsi a casa Trieste, Grosseto e Cosenza.

Per quanto riguarda le altre città capoluogo abbiamo poi la vittoria del centrosinistra a Rimini con il candidato Andrea Gnassi, il trionfo con oltre il 70% di Vincenzo Napoli (candidato da un insieme di liste civiche ma di fatto espressione del centrosinistra), e un altrettanto ottimo risultato in quel di Caserta da parte di Carlo Marino dell’area dem. In mano alla sinistra anche il capoluogo sardo, Cagliari, che riconferma Massimo Zedda alla guida della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code