Giorgio Napolitano su Brexit: “Referendum azzardato e sciagurato”

Giorgio Napolitano interviene sul referendum inglese, dicendosi convinto che la Brexit ora porrà l’Ue dinanzi a delle scelte fatidiche: “Ora si vada verso l’integrazione vera”.

L’ex presidente della Repubblica e senatore a vita Giorgio Napolitano definisce “azzardato e sciagurato” il referendum promosso dal primo ministro inglese David Cameron che ha portato all’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. Napolitano si dice convinto del fatto che ora di questa decisione saranno proprio gli inglesi a pagare il prezzo più alto, mentre i paesi che rimarranno nell’Unione, a suo dire, non avranno più alcun alibi per procedere finalmente verso una vera integrazione.

“Avevo confidato nella possibilità che potesse prevalere la scelta europeista – racconta l’ex presidente al Corriere della Sera – anche per via dell’uccisione della deputata Jo Cox francamente credevo che gli elettori non si lasciassero trascinare dai nazionalisti”.

Non sa darsi una spiegazione precisa del perché gli inglesi abbiano deciso per uscire dall’Ue, ma sa per certo che “se da un lato ritengo che l’immagine dell’unità europea abbia subito un grave colpo, dall’altro credo che questo evento ponga le istituzioni europee davanti alla necessità di evitare il peggio”. In poche parole, Napolitano crede che questo drammatico passaggio possa diventare “un momento della verità per il progetto europeo“.

Un momento della verità definitivo, secondo l’ex capo di Stato, “perchè adesso nessuno potrà dire che non si può andare avanti più decisamente verso l’integrazione. Bisogna chiedersi chi vuole e chi non vuole, e nello stesso tempo bisogna prepararsi ad avere una collabrazione coi paesi che intendono rimanere nell’Unione, senza partecipare ai processi di sempre più stretta unione anche politica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code