Slot machine e frequenza di vincita: è davvero possibile prevederla?

Capire in anticipo quando una slot sta per pagare, sfruttare questa informazione per mettere a segno una grossa puntata e portare a casa una vincita da sogno: non sorprende che da sempre gli appassionati del settore si affannino alla ricerca della strategia definitiva; ma quanto c’è di vero dietro alla convinzione che sia in qualche modo possibile anticipare il risultato di una rullata?

Attenzione, perché la verità potrebbe essere molto deludente: prevedere la comparsa di una combinazione vincente sui rulli di una slot è assolutamente impossibile, tanto nel caso delle classiche macchinette mangiasoldi, sia quando si considera il caso dell’online.

Tecniche per capire se una slot sta per pagare: tutta una bufala?

Se il risultato di una rullata è sempre imprevedibile, come si spiegano gli innumerevoli post sui forum, articoli sui blog e addirittura manuali dedicati all’argomento?

Semplice, nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di banali specchietti per le allodole, contenuti nati con il preciso intento di attirare click oppure di incentivare al gioco. Come vedremo più avanti, esistono piccoli accorgimenti nella scelta delle slot online che possono incrementare le chance di guadagnare premi, ma questi in nessun caso si basano sull’idea di poter prevedere o influenzare il funzionamento di questi giochi.

Da dove nasce l’idea di poter prevedere l’esito di una rullata?

Da dove nasce l’idea che un gioco completamente basato sul caso come quello delle slot machine possa essere prevedibile?

La prima risposta, banalmente, è che il desiderio di trovare escamotage per arricchirsi in modo facile spesso batte qualunque ragionamento razionale. In effetti, esiste un vero e proprio fenomeno detto “fallacia dello scommettitore”, per il quale il giocatore è portato a credere che eventi tra loro del tutto slegati possano essere messi in qualche modo in relazione.

Un esempio? Tirando una moneta la probabilità di ottenere come risultato “testa” rimane sempre la stessa: 1 su 2. Eppure, dopo una serie di 3-4 lanci consecutivi con “croce” come esito, molti sono portati a pensare che di lì a poco dovrà per forza uscire “testa”. L’errore logico è evidente: ogni lancio è indipendente tanto da quelli precedenti quanto da quelli successivi, eppure per la mente del giocatore tentare di rintracciare uno schema sembra essere una tentazione irresistibile.

Slot da bar e truffe: quando il gioco è prevedibile perché artefatto

Qualcuno potrebbe obiettare che i casi di cronaca parlino chiaro: negli ultimi anni, più volte sono venute a galla vicende che vedevano coinvolti esercenti poco onesti e slot machine che truffavano i giocatori.

Uno dei casi più celebri è quello scoperto dalla iena Nadia Toffa nel 2013. In una serie di servizi che fecero grande scalpore, si scoprì che gli esercenti riuscivano ad accedere ad informazioni relative al “ciclo di pagamento” delle slot. In pratica, per legge ogni slot machine deve restituire una determinata quota della raccolta entro un arco temporale stabilito dai cicli di pagamento. Una slot giunta al termine di uno di questi cicli senza aver ancora elargito grossi premi veniva così etichettata come slot pronta a pagare.

macchinette da BarNotizie relative a sale slot che ospitano macchinette truccate continuano ad emergere purtroppo con un certa cadenza. Spesso, è la criminalità organizzata ad ordire truffe più o meno articolate, ad esempio manomettendo le macchinette con schede alterate, che comunicano ai server centrali dell’ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) dati sul payout falsati, trattenendo margini molto  più elevati rispetto a quelli indicati dalla legge.

Da quanto detto, si evince che esiste un unico modo per prevedere il comportamento della slot: commettere un reato alterando il normale funzionamento del gioco.

Stratagemmi come quello definito “dell’avvoltoio”, infatti, sono tanto celebri tra gli appassionati di slot da bar, quanto assolutamente inaffidabili. In cosa consiste questa tecnica? Il giocatore “avvoltoio” si limita in una prima fase ad osservare quelli seduti alle slot machine. Con discrezione, prende nota delle slot che hanno già pagato, tentando di intuire quanto, e di quelle che ancora devono erogare vincite. Dunque, al momento opportuno, passa all’azione sostituendosi ad uno degli avventori seduti alle slot che ancora devono pagare, certo di essere pronto a ricevere un premio.

Di per sé la logica non fa una piega. Peccato però che i cicli di pagamento delle slot si basino su migliaia di giocate: nell’arco di poche ore di osservazione è assolutamente impossibile capire se una macchinetta è prossima a pagare o meno. Risultato? Anche in questo caso un’eventuale vincita sarebbe esclusivamente dovuta al caso.

Slot online: maggiori controlli e più tutele per chi gioca

E nel caso delle slot online? Il discorso non cambia: per legge, tutti i giocatori devono sempre avere le stesse possibilità di vincita. Nella pratica, ogni volta che si gioca, indipendentemente da quanto si punta, le chanche di ottenere una combinazione vincente non cambiano.

La buona notizia è che sul web i controlli dell’ADM risultano ancora più stringenti: grazie a potenti strumenti informatici come l’AGC (Anagrafe Centralizzata dei Conti Gioco), tutte le operazioni eseguite dai giocatori e dai gestori vengono monitorate a livello centrale. Questo, da un lato rende impensabile la possibilità di “beffare” i casinò online, ma dall’altro offre agli utenti la garanzia di giochi controllati ed equi.

Conoscere le slot per vincere di più

Come accennato all’inizio, una slot online non vale l’altra e, scegliendo con attenzione, è davvero possibile avere qualche chance in più di vincere.

Il primo consiglio? Scegliere una slot con un alto payout. Il payout, o RTP (Return To Player), è quella percentuale della raccolta di un casinò game utilizzata per pagare i premi dei giocatori. Maggiore è l’RTP, dunque, più “statisticamente” la slot tenderà a pagare.

I casinò online sono tenuti a pubblicare le informazioni relative alle “vincite per mese”, dove generalmente viene riportato l’esatto payout di ciascun gioco nella mesata considerata. Consultando questi elenchi si possono selezionare le slot che mediamente pagano di più: attenzione però, un gioco con RTP molto elevato ridistribuisce quasi l’intera raccolta ai giocatori, ma non presenta una frequenza di vincita maggiore.

Una soluzione semplice per vedere aumentare il numero dei premi ottenuti consiste nello scegliere una slot con un buon numero di linee di vincita. Se nelle slot da bar tipicamente i simboli devono allinearsi lungo la linea centrale per portare ad una vincita, nel caso di quelle online le linee vincenti possono oscillare da una ad addirittura 10.000.

L’informazione relativa al numero delle linee è pubblica e molti casinò online permettono addirittura di filtrare le slot proposte per scegliere quelle con il numero di linee desiderate. Al crescere delle linee di vincita aumentano le chance di veder comparire una combinazione fortunata. Conviene però orientarsi su slot con un numero intermedio di linee (come questa che ne presenta 40): la puntata selezionata, infatti, viene moltiplicata per il totale delle linee. Quando le linee diventano molte, si rischia di dover giocare importi molto elevati per ottenere in cambio premi contenuti.

È molto utile conoscere anche il significato della volatilità. Una slot che presenta un valore elevato di questo parametro permette di vincere in modo frequente, elargendo però premi di importo ridotto. La situazione si inverte nel caso delle slot con volatilità elevata.

Optare per un valore medio della volatilità è in genere la soluzione più consigliata, ma se si vuole veder crescere la frequenza delle vincite basta semplicemente orientarsi su quelle con volatilità minore.

Ultimo, ma non meno importante, è ricordarsi di giocare sempre in modo equilibrato, stabilendo budget ben precisi e rispettandoli (anche grazie all’ausilio degli strumenti di autolimitazione forniti dalle piattaforme online). In caso di difficoltà nel rapporto con il gioco, è fondamentale non attendere e richiedere subito supporto (ad esempio contattando l’apposito numero verde nazionale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *