Granarolo investe in Svezia e Svizzera per aumentare l’export

Granarolo investe in Svezia e in Svizzera per aumentare il suo export: dopo l’affare Con.Bio, procede l’ondata delle grandi compere.

Il gruppo Granarolo ha acquisito il 50% di Matric Italgross e il 60% di Comarsa. La prima è una società di origine svedese che si occupa di distribuire i marchi italiani leader di categoria, mentre la seconda è un’azienda specializzata nella distribuzione di prodotti alimentari made in Italy in Svizzera.

L’acquisizione di Matric Italgross, seconda piattaforma commerciale di prodotti dell’enogastronomia italiana in Svezia, e a sua volta proprietaria dei marchi Matric e Matilda, “permetterà a Granarolo di sviluppare il mercato dei suoi prodotti nel paese. Il gruppo è già leader in termini di quote di mercato in Scandinavia, dove commercializza formaggi freschi italiani”, chiarisce una nota diramata dal gruppo.

Per quanto riguarda invece la seconda acquisizione, ossia quella di Comarsa, in questo caso l’operazione permetterà a Granarolo di entrare nel mercato svizzero in maniera un po’ più incisiva rispetto al passato e di farlo con prodotti caseari e prosciutti.

Insomma, il gruppo Granarolo ha messo a segno due grosse acquisizioni che gli consentiranno di aumentare il suo export in Svezia nel primo caso e in Svizzera nel secondo.

Ma non dimentichiamo che da inizio anno il gruppo guidato da Gianpiero Calzolari ha concluso ulteriori acquisizioni in questo caso volte a diversificare la sua offerta di prodotti: in tal senso si inserisce l’affare intrapreso su Con.Bio, marchio specializzato nella distribuzione di prodotti gastronomici vegetali che ha permesso all’azienda di proporre al pubblico anche dei prodotti vegan e gluten free.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code