Forex Trading: i principali errori dei nuovi arrivati

Chi si avventura nel forex per la prima volta può restare davvero spiazzato: stiamo infatti parlando di un mercato liquido e gigantesco e muoversi al suo interno è rischioso anche per i più avveduti, figurarsi per i meno esperti. Anche quando si tratta di investire un piccolo capitale, sono molti i “pericoli” a cui si può andare incontro, così come sono molti gli errori che si compiranno in partenza. È per questo che è sempre consigliatissimo acquisire la giusta esperienza sulle piattaforme demo gratuite. Anche dopo la dovuta preparazione però i rischi non si azzerano.

Vediamo quindi quali sono gli errori più comuni dei trader alle prime armi

Molti principianti non riescono a guadagnare nel lungo periodo semplicemente perché fanno overtrading, piazzano cioè troppe “trade” in un periodo di tempo troppo ristretto. Bisogna in questo caso contenere le emozioni e l’ansia di piazzare quanti più scambi possibili, mettendo a rischio i propri risparmi. Si tratta dell’errore classico del trader inesperto: farsi guidare dalle emozioni. I più preparati sanno quanto questo sia deleterio per gli investimenti e sanno muoversi sempre con calma, attendendo il momento giusto per aprire la posizione giusta.

Si tratta in pratica di sapere sempre con esattezza cosa si stia cercando sul mercato e fare la propria mossa solo quando il margine operativo è chiaramente identificabile.  Aprire troppe posizioni fa aumentare i costi delle transazioni e alla lunga farà perdere soldi più velocemente.

Sempre l’emozione e l’inesperienza possono portare molti nuovi trader a consumare tutto il loro capitale iniziale in una sola settimana o in un solo mese. Questo succede quando si fa sottocapitolazione, si inizia cioè con un capitale troppo basso con l’idea di ridurre così i rischi.

Questo non è vero: facendo forex trading con un capitale ristretto è impossibile ridurre il rischio. Questo perché, più il conto è piccolo, più le posizioni saranno chiuse di frequente, con il risultato di avere perdite sì piccole, ma anche numerosissime.

Un altro errore comune è quello di rischiare più di quanto si possa realmente mettere in gioco. In molti non mettono in pratica una reale gestione del rischio, cosa che comporta un controllo costante per ogni trade. Ognuno di essi, infatti, può comportare delle perdite, solo che non tutti ne tengono conto. Si rischia così di “puntare” troppi soldi su un singolo trade, con conseguenze prevedibili.

Gestione del rischio quindi, ma anche una perfetta pianificazione del trading. Molti forex trader affrontano il mercato senza un piano preciso, pensando di poterlo creare “mano a mano”, di poterlo gestire anche in itinere. Sbagliatissimo. Il piano va concepito e seguito fin dall’inizio, senza mai discostarsene e senza mai farsi guidare dalle emozioni. Deve essere messo su carta e riletto ogni volta che si entra nel forex, come un testo sacro a cui affidarsi.

Disciplina, costante attenzione e monitoraggio delle proprie operazioni e sangue freddo: queste le caratteristiche principali di un forex trader principiante che vuole fare strada nel settore. Questi sono anche i consigli che trovate su Forex Italia 24, dove potrete approfondire il metodo e le strategie adeguate al vostro capitale iniziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code