USA: Donald Trump incassa la nomination repubblicana

E’ ufficiale: Donald Trump è il candidato repubblicano nella corsa a presidente degli Stati Uniti. E la sicurezza, il suo cavallo di battaglia.

Donald Trump è ufficialmente il candidato repubblicano nella corsa alla Casa Bianca. La nomination è stata incassata proprio poche ore fa e celebrata per l’occasione su palco di Cleveland, in Ohio, dove Trump si è presentato con tutta la sua famiglia al seguito. Davanti a una folla in delirio, il magnate newyorkese ha promesso che un’America guidata da lui sarà un’America “più sicura” e che un Donald presidente sarà per davvero “la voce del popolo”.

La campagna elettorale del repubblicano Trump è stata sempre incentrata su problemi che stanno a cuore agli americani, uno fra tutti la sicurezza. A questo proposito il leader repubblicano ha promesso che da presidente combatterà con durezza l’immigrazione illegale e che chiuderà le frontiere a tutti gli immigrati provenienti da zone contaminate dall’Isis e dal fondamentalismo islamico. “Costruiremo un grande muro lungo il confine con il Messico per tenere fuori gli illegali, la criminalità e la droga” ha affermato a questo proposito.

Altro tema centrale della sua popolarità ha a che vedere con l’economia. Da buon repubblicano Trump si è dato l’obiettivo di abbassare le tasse, di ricostruire le infrastrutture più vecchie e di annullare o rinegoziare tutti quei trattati commerciali che ritiene penalizzino i lavoratori statunitensi (come quello del Nafta stipulato dall’allora presidente Bill Clinton con Messico e Canada).

Pronta la risposta da parte della candidata in quota dem, Hillary Clinton, che ha ribattuto alle affermazioni di Trump con un tono ironico e pungente: “Noi invece costruiremo un muro fra te e la presidenza degli Stati Uniti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code