Vacanze, primo controesodo: Anas fa il punto sul traffico

L’Anas – ente che gestisce le autostrade italiane – ritiene ancora possibile bollino rosso in alcune tratte. Rimane alta l’allerta per il primo controesodo estivo.

L’Anas ricorda che è ancora possibile il “bollino rosso” per quel che riguarda alcune tratte autostradali. Oggi potrebbe ravvisarsi ancora qualche strascico del controesodo estivo dello scorso week end, per cui si prevedono strade segnate dal traffico intenso, soprattutto sulle principali direttrici che collegano le località di villeggiatura con i maggiori centri urbani.

Finora la situazione è stata tenuta debitamente sotto controllo, tanto che sulla rete stradale e autostradale che conta circa 25 mila chilometri, i disagi sono risultati essere un po’ più contenuti rispetto allo scorso anno: i dati ci dicono che i disagi nei transiti sono stati del 3% venerdì 19, del 5% sabato 20 e del 4% domenica 21.

Il traffico è stato particolarmente intenso tra sabato e domenica, e anche nella mattinata di oggi si sono registrati già dei primi intasamenti dovuti per lo più all’incontro delle auto da controesodo estivo con il ritorno su strada dei camion. Anas aveva già avvertito per tempo che “il traffico sarà particolarmente intenso nei pressi delle grandi città anche a causa del ritorno dei vacanzieri che si sono concessi brevi tratte di percorrenza”.

I punti più critici ravvisati nel week end sono stati sulla A1 tra Roma e Firenze e sulla A14 direzione Venezia. Coda di 14 chilometri anche sulla a A10 direzione Italia, mentre sulla A14 direzione nord sono stati registrati forti rallentamenti tra Val Vibrata e Pedaso e tra Rimini nord e Imola. Attesa di oltre un’ora, infine, è stata registrata anche al Traforo del Monte Bianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code