Istat conferma: anche nel secondo trimestre Italia a crescita zero

L’Istat conferma le previsioni: nel secondo trimestre 2016 c’è stata crescita zero. Su base annua, però, il saldo rimane positivo.

Il prodotto interno lordo italiano non è cresciuto neanche nel secondo trimestre 2016: l’Istat non ha avuto le condizioni per poter rivedere al rialzo le stime circolate nei giorni scorsi, stime che il governo sperava potessero essere ritoccate sotto una veste un po’ più ottimistica.

L’Istituto di Statistica – al netto della nota negativa sulla crescita del trimestre – ha tuttavia rivisto in positivo la variazione rispetto al secondo trimestre di un anno fa: l’economia è comunque migliorata su base annua, visto che rispetto allo stesso periodo del 2015 si registra ora un +0.8% (migliore rispetto alle previsioni di agosto che parlavano di un +0.7%). Anche la crescita acquisita per il 2016 che dovrebbe verificarsi se l’anno non dovesse subire altri scossoni, risulta migliore: +0.7% contro il precedente +0.6%.

Il premier Matteo Renzi ha commentato i dati cercando di non perdere di vista un fare propositivo: le slide che raccontano dell’attività che il governo ha svolto durante i 30 mesi di governo, infatti, parlano di un Pil comunque atteso al +1% e di un rapporto deficit/Pil al 2.4%.

Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, invece, si è limitato a commentare: “Il Pil è in salita. Questo è il mio unico commento”. E sulla prossima legge di Stabilità ha rassicurato: “Ci saranno margini per investire sulla crescita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code