Italia, pagamenti elettronici in netta crescita: rappresentano il 22%

I pagamenti elettronici sono cresciuti molto nel 2015 e con ogni probabilità lo stanno facendo anche in questo 2016. Ecco i dati forniti dal rapporto “I pagamenti digitali in Italia”.

Sempre più persone utilizzano i pagamenti elettronici, mentre sempre meno ricorrono al contante. A rivelarlo è l’ultimo rapporto “I pagamenti digitali in Italia” realizzato dall’Osservatorio Mobile Payment & Commerce  con la collaborazione di Consorzio CBI, Intesa San Paolo, PayPal, TIM e CartaSi.

Dalla ricerca risulta appunto che i pagamenti digitali rappresentano ormai il 22% delle transazioni totali e che, nel 2015, hanno mosso affari per un valore totale di 175 miliardi di euro. La crescita dei pagamenti elettronici è stata la conseguenza diretta della diffusione di tablet e smartphone che, oramai, si stanno aprendo sempre più ai famosi pagamenti contactless.

Ovviamente, per un fatto di tradizione, di tempi e di comodità, parecchie famiglie continuano a prediligere l’uso del caontante visto che il controvalore assoluto degli scambi commerciali avvenuti con denaro contante, sempre nel 2015, è stato di 430 miliardi di euro. Molto più lenta, invece, è stata la crescita dei pagamenti mediante carta: l’aumento è dell’11% su base annua.

Ma per il 2016, cosa c’è da aspettarsi? Per l’anno in corso le previsioni parlano di un ulteriore grande boom dei pagamenti digitali: il rapporto non smentisce la possibilità che i pagamenti elettronici non possano continuare a crescere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code