Vendemmia da record: il 2016 sarà un’ottima annata

I primi dati del 2016 preannunciano un’ottima annata sul fronte viticolo: l’Italia si confermerà leader mondiale.

L’Italia è leader mondiale nella produzione di vino. Quella appena trascorsa è stata un’annata da ricordare per il settore viticolo del nostro Paese. Le previsioni sulla vendemmia stilate dall’Unione Italiana Vini in accordo con Ismea, sono state presentate due giorni fa presso il Ministero dell’Agricoltura e hanno dato adito a dei risultati molto importanti non solo per la nostra agricoltura, ma anche per l’economia che vi ruota attorno.

Ebbene, gli specialisti del vivo non hanno avuto alcun dubbio: tenendo conto di come è partita la vendemmia, il 2016 sarà un anno ricco di record, superiore persino alle previsioni di Spagna e Francia che invece calano rispettivamente del 20% e del 10% rispetto al 2015. Inoltre, hanno fatto sapere dall’Unione Italiana Vini, i dati sull’export registrati nei primi cinque mesi dell’anno parlano di una crescita di almeno il 5%.

Antonio Rallo, presidente dell’Unione Italiana Vivi, ha spiegato che per il prossimo futuro “bisognerà trasformare il primato produttivo mondiale anche in un’eccellente performance commerciale, semplificando e razionalizzando l’offerta del prodotto secondo il modello seguito prima dal Prosecco e oggi dalla Doc Pinot Grigio delle Venezie, dove l’integrazione della filiera produttiva ha permesso di non sacrificare le specificità territoriali”.

Insomma, con il crollo della Francia che è sempre stata tra i primatisti mondiali nel viticolo e con una Coldiretti che stima una produzione italiana intorno ai 48.5 milioni di ettolitri, l’Italia si confermerà anche quest’anno leader mondiale nella produzione di vino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code