Dopo Note 7, Samsung verso la chiusura del marchio Galaxy Note

Dopo la vicenda Note 7, Samsung sarebbe intenzionata a chiudere il marchio Galaxy Note. Anche i sondaggi premono per questa decisione.

La decisione di mettere la parola fine su Galaxy Note 7 potrà avere conseguenze catastrofiche per Samsung, e non solo dal punto di vista economico (le perdite ammontano già a 3 miliardi di dollari). Il colosso di Seoul è giunto al punto tale da dover decidere il destino dell’intero marchio Note e provare a trovare una via alternativa per riconquistare la fiducia persa dei consumatori.

Secondo le rilevazioni condotte da una società di analisi coreana, oramai tra i consumatori vi sarebbe una percezione piuttosto negativa non solo di Note 7, ma di tutto il marchio Note: se nel mese di agosto il 34% degli utenti storceva il naso al solo sentir parlare di Samsung Galaxy Note, ad ottobre la percentuale degli sfiduciati è aumentata al 53%; di contro la percezione positiva è crollata dal 62% al 42%.

Un sondaggio condotto negli Stati Uniti, poi, ha svelato che il 40% dei consumatori non acquisterà più un telefono marchiato Samsung e che il 38% di loro, dovendo scegliere per qualcosa di alternativo, opterà o per un iPhone (30%) o per il nuovo Google Pixel (8%).

Proprio questi dati starebbero convincendo il produttore coreano a mollare la presa del marchio Galaxy Note e provare a sostituirlo con qualcosa di nuovo. Quanto meno nel nome, che come noto, a livello di percezione, un suo peso ce l’ha eccome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code