Attualità Assaltatori coi fucili spianati attendono che la polveriera governo...

Assaltatori coi fucili spianati attendono che la polveriera governo esploda

-

- Advertisment -

Sono tutti là fuori, chi nascosto e chi meno, ad attendere che si apri la prima crisi di governo. Hanno fucili spianati, pronti a colpire nel momento opportuno. Al grido “noi l’avevamo detto”, andranno all’assalto cercando di passare attraverso le brecce apertesi. Accadrà? Le possibilità ci sono, ma quanto siano consistenti non sia sa.  Certo è che, osservando ciò che è accaduto negli ultimi giorni, il fronte contrapposto e battagliero nutre qualche speranza.

Partiamo dalla Tav. Fin dall’inizio, ossia da quando il governo gialloverde prese forma, tutti sapevamo che il nodo avrebbe potuto creare qualche dissidio interno. Infatti, il ministro delle infrastrutture Toninelli ha confermato la linea politica penta stellata: la Tav “non sa da fare”. Di Maio conferma, mentre Salvini sbotta dicendo che “costerà di più proseguire o chiuderla? Non ho nessuna intenzione di sobbarcare gli italiani di una ulteriore spesa”.

Altro terreno dove lo scontro potrebbe essere imminente è quello che riguarda le coppie omosessuali. Se da un lato il ministro della famiglia Lorenzo Fontana, appartenente alla Lega, ha riaffermato l’ideologia che una famiglia deve essere composta da un padre e una madre, dall’altro c’è la ferma opposizione del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, il grillino Vincenzo Spadafora, il quale ha detto che “non devono esserci bambini di serie A e di serie B, vanno tutti tutelati”.

Ma è sul decreto dignità che i fucili restano spianati e gli assaltatori in attesa. Da spot utilizzato da Di Maio per recuperare notorietà a provvedimento realmente dannoso. Le parole di Tito Boeri, presidente dell’Inps, sulla probabile perdita di 80.000 posti di lavoro in dieci anni causarono la trasfigurazione dello stesso a “traditore della patria”; ma adesso, fatti alla mano, non sembrano più farneticazioni anti-governative.

Non solo i lavoratori di Poste e Nestlè, ma anche gli industriali veneti hanno alzato la voce della protesta. Salvini, per non perdere consensi nella regione storicamente leghista, ha chiesto a Di Maio la modificazione del testo nelle parti principali. Di Maio ascolterà l’appello? Gli assaltatori dicono di no. Ed i fucili restano spianati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest news

Riccardo Polizzy Carbonelli – Tutto su di lui – Biografia – Carriera – Vita privata

Riccardo Polizzy Carbonelli è nato a Roma il 17 ottobre del 1961, è un attore italiano, noto al pubblico...

Gabriella Pession – Tutto su di lei – Biografia – Età – Carriera – Vita privata

Gabriella Pession è un’attrice nata il 2 novembre del 1977, dunque compirà quest’anno 43 anni. E’ nata a Dayton...

Patrizio Rispo – Tutto su di lui – Biografia – Età – Carriera – Un posto al sole – Vita privata

Patrizio Rispo è nato a Napoli il 26 agosto del 1956, dunque compirà tra pochi giorni 64 anni. Sin...

Csaba Dalla Zorza – Tutto su di lei – Biografia – Carriera – Tv – Vita privata – Marito – Figli

Csaba Dalla Zorza è una scrittrice, autrice e redattrice, diplomata chef all’Académie Culinaire le Cordon Bleu di Parigi. Ha...
- Advertisement -

Julie Gonzalo – Tutto sull’attrice – Biografia – Filmografia – Carriera

Julie Gonzalo è nata a Buenos Aires il 9 settembre del 1981, è un’attrice argentina naturalizzata statunitense. Julie parla...

Harrison Ford – Tutto su di lui – Biografia – Carriera – Vita privata – Moglie – Curiosità

Harrison Ford è nato a Chicago il 13 luglio del 1942 (Cancro). Attore di fama mondiale, ha recitato in...

Must read

- Advertisement -

You might also likeRELATED
Recommended to you