Attualità Adrian, tanta pubblicità e attesa per un cartoon che...

Adrian, tanta pubblicità e attesa per un cartoon che ha deluso molti

-

- Advertisment -

Se il mondo fosse in mano ai “molleggiati”, vedremmo cose che nessun uomo ha mai visto prima: sterminate terre verdi e rigogliose, mari limpidi e pieni di pesci di ogni specie, cieli tersi e privi di inquinamento, comunità umane nel pieno della maturazione sociale, spirituale e in armonia tra di loro. Le guerre sarebbero solo un lontano ricordo e da tenere sempre a mente per ricordare chi era in passato l’essere umano e quale scempio stavo causando a se stesso e al mondo intero.

Purtroppo di molleggiato c’è ne soltanto uno, non ha poteri decisionali ma soltanto la capacità di raccontare il mondo attraverso la musica. Se poi da essa passa all’animazione, il racconto si sfoca, diventa fine a se stesso e si dipana in immagini belle quanto si vuole ma prive dell’impatto emotivo che la storia dice di voler raccontare facendolo però sottovoce, quasi avesse paura.

Adrian: questo è il titolo dell’evento così pubblicizzato da Mediaset da far intendere si trattasse di un capolavoro d’animazione da far rabbrividire le grandi produzioni statunitensi. Invece, ha disatteso in molti e deluso i fan più accaniti di Adriano Celentano, la mente che ha ideato questo racconto ambientato nel 2068 e che vede protagonista un orologiaio che non è altro che lo stesso molleggiato ringiovanito.

Partendo dalle nefandezze accadute nel recente passato (11 settembre, Vietnam, disastri ecologici), è stata ricreata una società apocalittica, dispotica e distrutta dall’indifferenza. Forse a causa dell’eccessiva presenza di scene erotiche (d’altronde Milo Manara, autore dei disegni, è maestro in questo), il messaggio di Adrian, che vorrebbe essere intenso ed emotivamente coinvolgente, viene raccolto poco e metabolizzato meno, rimanendo recluso nell’ambito delle intenzioni.

La parte peggiore è stata riservata allo show che ha fatto da prologo al cartoon, improvvisato come nei peggiori teatri di periferia. Celentano è comparso per pochi minuti, dicendo poche parole, quasi fosse consapevole di ciò che aveva fatto e se ne vergognasse. Insomma, Mediaset ha perso la sua scommessa e il molleggiato pure, costretto adesso ad incassare critiche da ogni dove e pochi elogi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest news

Riccardo Polizzy Carbonelli – Tutto su di lui – Biografia – Carriera – Vita privata

Riccardo Polizzy Carbonelli è nato a Roma il 17 ottobre del 1961, è un attore italiano, noto al pubblico...

Gabriella Pession – Tutto su di lei – Biografia – Età – Carriera – Vita privata

Gabriella Pession è un’attrice nata il 2 novembre del 1977, dunque compirà quest’anno 43 anni. E’ nata a Dayton...

Patrizio Rispo – Tutto su di lui – Biografia – Età – Carriera – Un posto al sole – Vita privata

Patrizio Rispo è nato a Napoli il 26 agosto del 1956, dunque compirà tra pochi giorni 64 anni. Sin...

Csaba Dalla Zorza – Tutto su di lei – Biografia – Carriera – Tv – Vita privata – Marito – Figli

Csaba Dalla Zorza è una scrittrice, autrice e redattrice, diplomata chef all’Académie Culinaire le Cordon Bleu di Parigi. Ha...
- Advertisement -

Julie Gonzalo – Tutto sull’attrice – Biografia – Filmografia – Carriera

Julie Gonzalo è nata a Buenos Aires il 9 settembre del 1981, è un’attrice argentina naturalizzata statunitense. Julie parla...

Harrison Ford – Tutto su di lui – Biografia – Carriera – Vita privata – Moglie – Curiosità

Harrison Ford è nato a Chicago il 13 luglio del 1942 (Cancro). Attore di fama mondiale, ha recitato in...

Must read

- Advertisement -

You might also likeRELATED
Recommended to you